Autoguida per paracadute
 

27-02-2015

Sistema di autoguida per vela alare



Il rientro del vettore Stratosfera prevede il touch-down il piu' possibile vicino al punto di decollo, ma la presenza di venti nell'alta atmosfera (jet stream) potrebbe provocare un atterraggio molto distante dal punto desiderato.

Per evitare cio' e' stato studiato un sistema di guida basato sull'impiego del GPS.

Il paracadute e' sostituito da una vela alare, per la precisione e' la versione NPW5, conosciuta come "ala di Rogallo".

All'apogeo (12 Km) viene espulso un paracadute drougue di piccole dimensioni, che accompagna la discesa fino ad una quota di 2000 metri.

Ha lo scopo di stabilizzare in assetto verticale la cellula e permettere le riprese con la telecamera di bordo, che e' puntata verso il basso.

Quando la quota intermedia viene raggiunta, un sistema di sgancio permette l'espulsione della vela alare, racchiusa in uno speciale sacco sfilabile.

Quando il cavo principale entra in trazione, il drougue estrae la vela dal suo contenitore insieme alle corde e al package di autoguida.

La vela si gonfia e il sistema entra in funzione, pilotando il servocomando in modo da dirigere la vela verso la verticale del punto di lancio, precedentemente memorizzato prima del decollo.

Quando la verticale e' raggiunta, il sistema di controllo imposta una rotta a spirale, continuamente corretta in caso di scarroccio dovuto al vento.


Il sistema e' composto dai seguenti elementi:





In particolare possiamo osservare:

- Il paracadute drougue

- La sacca della vela alare

- La vela alare

- Unita' di controllo (attuatore integrato con l'elettronica)

Nota: sull'unita' di controllo manca la carenatura in fibra di carbonio, tolta per poter vedere l'interno.








Qui sopra e' mostrato il dettaglio dell'unita' di controllo senza la sua carenatura in composito.

Si possono vedere :

- L'antenna GPS con ricevitore integrato.

- Il box contenente il circuito a microprocessore.

- Il servocomando con i cavi di controllo collegati.




 
Altro dettaglio dell'unita' di controllo.




Lato inferiore dell'unita' di controllo.

Si possono vedere :

- L'antenna GPS con ricevitore integrato.

- Il box contenente il circuito a microprocessore.

- Il pacco batterie NiMH.

- Il servocomando a verricello.

- Il ricevitore di emergenza.




 

Qui possiamo vedere la vela alare ripiegata, estratta dalla sua sacca.